Blog: http://aleiorio.ilcannocchiale.it

Io che non sono nipote di Mubarak, o di Frattini, posso gridare ad alta voce la Libertà per qualunque Popolo oppresso dai regimi, da ogni parte della Terra esso provenga.


Dopo la cacciata del dittatore tunisino i venti di protesta stanno soffiando in tutta l’Africa del Mediterraneo e da giorni infiammano le anime di cento milioni di egiziani contro il tiranno Mubarak e non si tratta di “Pulsioni estremiste islamiche”, come ci vuole far credere Frattini, il quale sottolinea l’appoggio al despota dichiarando: “Speriamo che il presidente egiziano Mubarak continui, come ha sempre fatto, a governare il suo paese con saggezza e lungimiranza" , si, avete letto bene, con la saggezza di un uomo al potere da trenta anni con l’inganno, che con il doppiogiochismo guarda le spalle di Israele e prende favori americani in denaro e tante, tante armi ed è sempre il nostro ministro a sottolineare come tutto il mondo consideri l'Egitto "punto di riferimento per il processo di pace che non può venire meno”. Il processo di pace che vuole l’annientamento del Popolo Palestinese? Il processo di pace che  inventa terroristi in ogni ostacolo al processo imperialista dell’armata uesei? Il processo di pace che con le guerra all’Iraq e all’Afghanistan ha seminato così tanta distruzione?

Ha ragione Fidel quando afferma che il presidente Obama "non ha modo di gestire il manicomio che gli Stati Uniti hanno creato in Tunisia e in Egitto” …E il resto è Storia, non sono opinioni. Auguri al Popolo Egiziano.

E per un sorriso amaro:

In Egitto la protesta continua ad espandersi. Mubarak in nottata avrebbe chiesto asilo politico in Italia dicendo di essere lo zio di Ruby.

La moglie di Mubarak è scappata a Londra. Voleva venire in Italia ma…voi lo direste ad un doganiere: “sono la moglie di Mubarak” ?

L'Egitto si ribella a Mubarak. L'Italia pesca una carta e passa il turno.

Cairo: dispersi i manifestanti. Roma: data per dispersa l'opposizione.

Mubarak telefona a Berlusconi: "Ciao, sono lo zio di Ruby ... mi  puoi dare una mano?".

Egitto. La polizia spara sui manifestanti. Lì sì che si lavora, altro che accompagnare le escort.

Pubblicato il 6/2/2011 alle 23.4 nella rubrica politica est..

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web