Blog: http://aleiorio.ilcannocchiale.it

Un modo di essere "legali" tutto italiano e immigrazione

                        

"Strano questo mondo, soprattutto spietato, verso coloro che dai "giusti" vengono allevati nella disperazione e dai "giusti" vengono rispediti all'inferno..."
Ho messo i piedi giù dal divano con questa considerazione, invece di pensare ad altro...non so...alle donne. Sono io ad essere strano, non questo strano mondo. Se ai miei occhi arreca sofferenza ciò che agli altri fa gioire, il mio modo di vedere le cose della vita è sbagliato, o, meglio, diverso.

Noi del mondo occidentale, quello "civile", quello che ha la pretesa di redimire il resto della Terra con missioni "umanitarie" dopo aver sterminato interi Popoli, intere Culture nel nome della libertà...si, la libertà di fare quello che ci pare delle vite altrui, magari nel nome di quel dio che tanto ci rende fratelli e uniti verso una unica meta...
Eppure noi di questo strano mondo ci siamo seduti intorno al tavolo diverse volte per firmare convenzioni, trattati, carte dei diritti, il tutto a tutela dei diritti inviolabili dell' individuo...Istituti internazionali come l'ONU hanno sanzionato i comportamenti dei più cattivi di noi, e poi, applaudiamo il primo "grande della Terra" che mette in pratica con ferocia tutto il proprio sadismo, tutte le proprie manie persecutorie, tutta la propria follia.
Mentre facciamo la guerra all'Afganistan, mentre guardiamo soddisfatti la grande opera irachena, ultimamente ci siamo presi gioco dell'art. 2 della nostra Costituzione: "La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo" e dell’art.10 comma 3 sull'asilo, della Convenzione di Ginevra all'art. 1 relativo allo status dei rifugiati, della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo all'art.14 sul diritto di asilo, della Convenzione OUA di Addis Abeba etc...

Il nostro Ministro Maroni nel mese di giugno esordì con una dichiarazione: "Vorrei confermare una notizia che è apparsa oggi e che è davvero molto importante perché rappresenta una svolta nel contrasto all'immigrazione clandestina: per la prima volta nella storia siamo riusciti a rimandare direttamente in Libia i clandestini che abbiamo trovato ieri in mare su tre barconi. Non è mai successo, fino ad ora dovevamo prenderli, identificarli e rimandarli nelle nazioni di origine. Per la prima volta la Libia ha accettato di prendere cittadini extracomunitari che non sono libici ma che sono partiti dalle coste libiche".
Un Ministro degli Interni dovrebbe occuparsi di far rispettare le leggi, prima ancora di imparare l'italiano per evitare di usare una terminologia poco appropriata per i sui magni discorsi...questa è l'Italia dell'illegalità. 

http://www.adnkronos.com/IGN/Politica/?id=3.0.3287347037
http://poliziadistato.it/articolo/212-Richiesta_di_asilo_politico
http://it.wikipedia.org/wiki/Diritto_di_asilo
http://www.peacelink.it/migranti/a/29414.html

 

Pubblicato il 1/9/2009 alle 0.5 nella rubrica politica int..

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web