.
Annunci online

  aleiorio Pensiero e Azione
 
Diario
 


 

 

Questo blog non è a scopo
di  lucro,  non  rappresenta
una  testata giornalistica in
quanto  viene  aggiornato
senza  alcuna  periodicità.
Non è pertanto un prodotto
editoriale  ai   sensi  della 
legge n. 62 del 7.03.2001.
Immagini  e foto  vengono 
perlopiù prese da internet,
qualora   dovessi   violare
diritti vari, comunicatelo e 

provvederò alla rimozione
del materiale. 

  
 

 http://www.wikio.it
  
il Taggatore
 
MigliorBlog.it

BlogItalia.it - La
directory italiana dei blog

Aggregatore notizie RSS

Il Bloggatore

 

Blog Directory

Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360°
provenienti dal mondo dei blog!

Independent Political Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Palestine Blogs - The Gazette

 Visita Top Amici di Web-Link!

 Visita Top Amici di Web-Link!

 Bookmark and Share

 Palestine Blogs - The Gazette
   Sabbah Report - Because Silence Is Complicity!

  La Top dei Super Siti

Locations of visitors to this page

 


13 gennaio 2010

LO STATO IN CALABRIA C'E', PAROLA DI MARONI

   


   Da almeno venti anni, sotto agli occhi di tutti, 5000 immigrati si spostano seguendo le stagioni, si chiama nomadismo agricolo: a settembre in Sicilia, tra ottobre e marzo in Calabria, poi in Puglia e in Campania. Se gli va bene vengono pagati 18-20 euro al giorno per 12-14 ore di lavoro, vivono ammucchiati in ex fabbriche ed in bidonville senza acqua e senza luce, sfruttati da imprenditori e mafiosi, dimenticati da enti locali e istituzioni regionali e nazionali.

800 immigrati ammassati nell'impianto (mai entrato in funzione) dell'ex Opera Sila sono più o meno gli stessi che vivevano, in condizioni analoghe, nell'ex cartiera di Rosarno, chiusa dopo il ferimento a pistolettate, un anno fa, di due immigrati e una prima rivolta, gli 800 hanno solo cambiato ''inferno''. Intanto i due Comuni interessati, Rosarno e Gioia Tauro, sono stati (e non e' certo una coincidenza...) sciolti per infiltrazione mafiosa. Ma neanche la diretta gestione da parte delle prefetture attraverso i commissari straordinari è stata capace di dare una svolta.


    Proprio nella tanto disastrata Calabria due paesi della zona ionica, Caulonia e Riace, sono esempi di integrazione, apprezzati e studiati anche all'estero. Addirittura ospitano, su richiesta degli organismi internazionali, i profughi dei campi palestinesi. Dunque, si può agire nella legalità e nella civiltà, e non solo nell'efficiente Trentino dove, in Val di Non, 7000 immigrati, tutti regolari, sono pagati 6,90 euro all'ora per 8 ore di lavoro a raccogliere mele, con vitto e alloggio assicurato dai datori di lavoro, sotto il rigoroso controllo della provincia di Trento e dei Comuni della zona.


    Tutto questo voi già avete potuto avere la possibilità di saperlo, ma forse vi è sfuggito che secondo Maroni  (ultimissima dichiarazione dopo le altre farneticanti), lo Stato in Calabria non è mai venuto a mancare...ma allora, lo Stato è mafia.


Secondo Cuto, della Lega, il terzo manifesto è un falso - i dati del mio scritto sono stati presi da "Avvenire".

    


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. stato immigrati mafia clandestini rosarno

permalink | inviato da Ale. il 13/1/2010 alle 11:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


1 settembre 2009

Un modo di essere "legali" tutto italiano e immigrazione

                        

"Strano questo mondo, soprattutto spietato, verso coloro che dai "giusti" vengono allevati nella disperazione e dai "giusti" vengono rispediti all'inferno..."
Ho messo i piedi giù dal divano con questa considerazione, invece di pensare ad altro...non so...alle donne. Sono io ad essere strano, non questo strano mondo. Se ai miei occhi arreca sofferenza ciò che agli altri fa gioire, il mio modo di vedere le cose della vita è sbagliato, o, meglio, diverso.

Noi del mondo occidentale, quello "civile", quello che ha la pretesa di redimire il resto della Terra con missioni "umanitarie" dopo aver sterminato interi Popoli, intere Culture nel nome della libertà...si, la libertà di fare quello che ci pare delle vite altrui, magari nel nome di quel dio che tanto ci rende fratelli e uniti verso una unica meta...
Eppure noi di questo strano mondo ci siamo seduti intorno al tavolo diverse volte per firmare convenzioni, trattati, carte dei diritti, il tutto a tutela dei diritti inviolabili dell' individuo...Istituti internazionali come l'ONU hanno sanzionato i comportamenti dei più cattivi di noi, e poi, applaudiamo il primo "grande della Terra" che mette in pratica con ferocia tutto il proprio sadismo, tutte le proprie manie persecutorie, tutta la propria follia.
Mentre facciamo la guerra all'Afganistan, mentre guardiamo soddisfatti la grande opera irachena, ultimamente ci siamo presi gioco dell'art. 2 della nostra Costituzione: "La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo" e dell’art.10 comma 3 sull'asilo, della Convenzione di Ginevra all'art. 1 relativo allo status dei rifugiati, della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo all'art.14 sul diritto di asilo, della Convenzione OUA di Addis Abeba etc...

Il nostro Ministro Maroni nel mese di giugno esordì con una dichiarazione: "Vorrei confermare una notizia che è apparsa oggi e che è davvero molto importante perché rappresenta una svolta nel contrasto all'immigrazione clandestina: per la prima volta nella storia siamo riusciti a rimandare direttamente in Libia i clandestini che abbiamo trovato ieri in mare su tre barconi. Non è mai successo, fino ad ora dovevamo prenderli, identificarli e rimandarli nelle nazioni di origine. Per la prima volta la Libia ha accettato di prendere cittadini extracomunitari che non sono libici ma che sono partiti dalle coste libiche".
Un Ministro degli Interni dovrebbe occuparsi di far rispettare le leggi, prima ancora di imparare l'italiano per evitare di usare una terminologia poco appropriata per i sui magni discorsi...questa è l'Italia dell'illegalità. 

http://www.adnkronos.com/IGN/Politica/?id=3.0.3287347037
http://poliziadistato.it/articolo/212-Richiesta_di_asilo_politico
http://it.wikipedia.org/wiki/Diritto_di_asilo
http://www.peacelink.it/migranti/a/29414.html

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. maroni immigrati trattato convenzione

permalink | inviato da Ale. il 1/9/2009 alle 0:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa

sfoglia     dicembre        febbraio
 

 rubriche

Diario
politica est.
politica int.
archeologia
cultura e società
pirati
amenità..foto..
arte
storia, misteri, religione
Difesa Personale, Arti Marziali, Discipline da combattimento...

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

ABSPP.ORG
ADNKRONOS
AGORAVOX
ALAIN DE BENOIST
ALJAZEERA magazine
ALTRAINFORMAZIONE
ANARCHISTS.THE.WALL
ANSA
ARAB MONITOR
ARCOIRIS
ARIANNA EDITRICE
AS.ZAATAR
AURORA INF.
AZIONE TRADIZIONALE
BABELMED
BELLACIAO
BEPPEGRILLOBLOG
BODYONTHELINE
CAFEBABEL
CANI SCIOLTI
COC
COMUNITAPOPOLI
CORRIERE
CRITICAMENTE.INF.
DAILALAMA
DECRESCITA FELICE
DI PIETRO A.
DONCHISCIOTTE
DISINFORMAZIONE
E=MCALQUADRATO
EFFEDIEFFE
EMERGENCY
ESPERIA
FORUMPALESTINA
FIORE
FREEGAZA
FULVIOGRIMALDI
GENNARO CAROTENUTO
GIANLUCA FREDA
GIORNALEDEL RIBELLE
GLISCOMUNICATI
GRANDMERE
ILGIORNALE
IL MANIFESTO
ILMATTINO
ILRIFORMISTA
ILSOLE24ORE
INFORMAZIONE.IT
INTERNAZIONALE.IT
IMMEDIA
INFOPALEST.
ILMESSAGGERO
LAPADANIA
LAREPUBBLICA
LIBERAZIONE
IL MANIFESTO
LASTAMPA
LUOGOCOMUNE
L'UOMO LIBERO
MASSIMO FINI
MOVIMENTOZERO
MARCOTRAVAGLIO
MICROMEGA
NADIA
NEOZOTICO
NEWYORKTIMES
NEXUS
NOREPORTER
OPPOSTA DIREZIONE
PICCOLEONDE
PRESSANTE
RACCONTI
RAINEWS24
RITA PANI
SCALPO
SIMONEblogspot
SAIGON
STAMPAELIBERTA'
TERRA SANTA
TERRE LIBERE
VALIGETTA
VITTORIO ARRIGONI
WARNEWS
WIKILEAKS

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom